Medicina Tradizionale Cinese e sport

Prevenzione e trattamento

I professionisti dello sport conoscono perfettamente un assioma di base: Una pratica corretta comporta una riduzione del rischio di lesioni. Sfortunatamente, gli ingredienti che fanno parte del meccanismo di lesione sono molto difficile da controllare: stress, affaticamento, un precedente infortunio, condizioni ambientali, età. La medicina tradizionale cinese (MTC) si è sviluppata parallelamente alle arti Marziali. Entrambe le discipline inizialmente condividevano la stessa base filosofico e servito da base per l’interazione reciproca per poi applicarle in seguito a tutti gli sport.

È frequente, ad esempio, che il maestro coreano di Taekwondo conosca l’arte dell’agopuntura o che il Il praticante di Wu Shu in China usi del materiale fitoterapico cinese tradizionale per mantenere o migliorare la sua elasticità. In Europa e soprattutto nel nostro paese, la MTC insieme al resto delle cosiddette “terapie naturali “- sta acquisendo alcuni livelli di popolarità sempre più rilevante.

A questo proposito, per esempio, vale la pena notare che la Shibumi academy propone nel suo programma, lo studio specifico delle tecniche di recupero articolare derivanti dalla fisioterapia energetica cinese che risponde alle risponde alla domanda sempre più esigente contribuendo a dare delle soluzioni terapeutiche sia nel campo della prevenzione che nei infortuni sportivi.

Tecniche utilizzate

Una delle tecniche utilizzate è il Tui Na o massaggio tradizionale cinese. Il Tui Na si sviluppa dalla teoria di base dell’MTC ma focalizzato sul sistema osteo-articolare e muscolare. La grande varietà di manipolazioni e possibilità terapeutico offerto, molte volte Complemento con la agopuntura o con la fitoterapia.
In ambito di studio nel programma vengono insegnate le pratiche del Qi Gong ovvero “lavora con energia” nella sua maggior parte delle varianti terapeutiche aiuta a migliorare gli effetti del trattamento.
In ambito ambulatoriale, il Qi Gong è usato in combinazione con le tecniche del recupero articolare ed il Tui Na.

La gamma terapeutica descritta ha un obiettivo chiaro: riequilibrio, considerando che la malattia è osservata in MTC come disturbo dovuto fondamentalmente a uno squilibrio. La lotta tra il fattore causale della disarmonia e il potenziale difensivo dell’organismo si risolvono quindi trattando la causa per migliorare il sintomo.

È importante introdurre il termine “serietà”, sia nella pratica sportiva che e nella MTC.

In termini generali sia nello studio della Fisioterapia Energetica Cinese e sia nei trattamenti applicati nello sportivo la esigenza prioritaria è la prevenzione. Una persona che pratica sport deve contare con attitudine ben specifiche, coordinamento, potenza, elasticità e resistenza che sono fondamentali per la prevenzione di traumi sportivi e devono predominare a mio avviso sulla forza. Ovviamente ogni disciplina sportiva e diversa ad un altra qui che entra in gioco la serietà e la professionalità dell’operatore esperto adattando la tecnica alle esigenze sportive individuali.

Vedi il programma di specializzazione in Tecniche di Recupero Articolare.

Shibumi Shiatsu School